Cronoscalata. Alla 63ª Coppa Selva di Fasano si inaugura il CIVM 2022

La gara della Scuderia Egnathia Corse dall’8 al 10 aprile apre in Puglia il Campionato Italiano velocità Montagna. Tra i nomi di spicco il pluri campione Faggioli e Caruso su Norma, su Osella Scola, Degasperi, Fazzino, Lombardi, Ligato e Maroni. Ettore Bassi torna sulla Wolf, ci sarà anche Leogrande. Domenica live streaming e su ACI Sport TV.
Con la 63ª Coppa Selva di Fasano dall’8 al 10 aprile si apre il Campionato Italiano Velocità Montagna 2022. La gara pugliese organizzata dalla Scuderia Egnathia Corse torna dopo tre stagioni nella massima serie tricolore con validità per il Trofeo Italiano Velocità Montagna sud, di cui è secondo round ed inaugura anche il Campionato Italiano “Le Bicilindriche” con doppia validità Pista e Salita.
Tutte le tredici gare in calendario CIVM saranno trasmesse in live streaming con diretta su ACI Sport TV (228 Sky e 402 ddt), servizi dedicati alla massima serie ACI Sport della salita sono previsti sui maggiori quotidiani sportivi nazionali e sui periodici più seguiti, consolidata ed ampliata l’ampia visibilità garantita al CIVM grazie all’impegno della Federazione per una serie particolarmente seguita.
Il tracciato è stato modificato nella parte iniziale dopo i lavori sulla sede stradale che ne hanno causato l’assenza per due anni dai calendari, mentre nella restante parte il manto è stato opportunamente sottoposto a interventi di manutenzione.
Il fine settimana fasanese inizierà venerdì 8 aprile con le operazioni preliminari che si svolgeranno presso la sede della Scuderia Egnathia in via dell’Industria, 50 a partire dalle 10.30 e fino alle 19.30. Sabato 9 aprile a partire dalle 9.30, le due manche di ricognizione del tracciato nella nuova veste, che si snoda sempre però dalle porte di Fasano sulla SS172, fino alla Selva per un lunghezza di 5.600 metri, coprendo un dislivello di 312 metri. Alle 9 di domenica 10 aprile il Direttore di Gara Rosario Moselli e l’aggiunto Carmine Capezzera, daranno il via alla gara 1, a cui seguirà la seconda, con la nuova procedura che favorisce la diretta TV e streaming con lo start dei protagonisti del CIVM al centro della giornata, ovvero ultima parte di gara 1 e prima parte di gara 2. Il parco chiuso e la Premiazione finale saranno come da tradizione presso la Casina Municipale della Selva di Fasano. Il folto elenco iscritti si conoscerà non appena vi sarà l’approvazione Federale, dopo la proroga delle iscrizioni fino all’intera giornata odierna.

Ettore Bassi (foto sopra) nuovamente al volante della Wolf GB 08 Thunder con motore Aprilia, l’attore ed esperto pilota ha pianificato un programma racing sulla monoposto protagonista del Campionato Italiano Prototipi. Il noto attore ha anche prodotto un docufilm sulla preparazione parallela delle gare e dello spettacolo teatrale, di cui mostrerà un’anteprima al paddock di Fasano. Gara di casa su Wolf di classe E2SS 1000 anche per Francesco Leogrande ed esordio sulla monoposto da 1000 cc per Angelo Cardone.
Simone Faggioli ha annunciato che per il 2022 ha scelto esclusivamente il Campionato Italiano Velocità Montagna. A Fasano il 15 volte tricolore e 11 europeo si schiera con la Norma M20 FC Bardahall con motore Zytek da 3000 cc e pneumatici Pirelli, con cui l’alfiere Best Lap ha vinto in TIVM la Coppa della Consuma il 27 marzo ed è arrivato 2° alla Salita del Costo il 3 aprile. Sempre del team capitanato dal driver toscano anche il trentino della Vimotorsport Diego Degasperi, che sulla Osella FA 30 Zytek torna a tempo pieno in CIVM, campionato dove ha riconfermato la presenza anche il ragusano Franco Caruso su Nova Proto NP 01-2.

Debutto nel tricolore dopo la vittoria in casa a Sortino ed una gara convincente al Costo per il 22enne siracusano Luigi Fazzino (foto sopra), dopo il successo under 2021 è pronto alla nuova stagione sulla evoluta Osella PA 2000 con pneumatici Avon. Su Osella PA 21 da 1600 cc torna a Fasano Sebastiano castellano, vincitore dell’edizione 2021. Parte per difendere il titolo Sportscar Motori Moto Giancarlo Maroni e lo rifà con l’Osella PA 21 Hayabusa di classe 1600. Torna nella serie anche Domenico Scola il calabrese della Scuderia Ateneo Domenico Scola che ci riprova con la versione aggiornata dell’Osella PA 2000 Honda, ma per la categoria da 2000 cc ha mostrato tutto il suo valore il lucano Achille Lombardi con la sua Osella. Altro rientro quello di Luca Ligato, il reggino già tricolore CN, passa alla CST Sport ed alla versione E2SC dell’Osella PA 21. In classe 1400 il giovane umbro Filippo Ferretti su Radical difende la Coppa 2021 mentre gioca in casa Giovanni Lisi su Radical Suzuki da 1000 cc. Tra le presenze in rosa difenderà il successo 2022 la giovane Martina Raiti di nuovo su Osella, mentre la Anna Maria Fumo sarà nuovamente al volante della MINI in versione RS. Novità proprio in CN, i prototipi spinti da motori di derivazione di serie, dove tra gli altri arriva il laziale di Ciociaria Alberto Scarafone, ma anche il bresciano Alessandro Bondanza, riconferma la presenza “Nivola”ed il sempre verde partenopeo Ciro Riccio, tutti sulle Osella.
In gruppo GT presenza di spicco quella della Lamborghini Squadra Corse che ha affidato la Huracàn Super Trofeo Evo 2 al pilota di casa Ivan Pezzolla, con il medesimo scopo ottenuto a fine 2021 con la vittoria di gruppo ad Orvieto, raccogliere dati utili da mettere a disposizione dei piloti protagonisti con le super car della casa di Sant’Agata Bolognese. Con la “Lambo” torna della partita Rosario Iaquinta pronto a capitalizzare quanto ottenuto nell 2021 e Francesco Montagna, il driver di Cisternino portacolori Scuderia valle D’Itria, alla sua terza stagione sulla muscolosa Huracàn. Determinato a mirare in alto anche il 5 volte campione italiano Lucio Peruggini, che sale nuovamente su una vettura del Cavallino, la Ferrari 488 in versione Challenge con i colori AB Motorsport. Fronte Porsche difeso dai gentleman Gabriele Mauro e Vito Pace sulle 911. Per le Silhouette di gruppo E2SH puntuale al via l’Alfa 4C 01 MG Furore di Marco Gramenzi.
In gruppo E1 un atteso rientro quello del bolognese Fulvio Giuliani che ripropone la sua estrema Lancia Delta EVO, in classe regina anche l’inossidabile teramano Roberto Di Giuseppe sulla leggendaria Alfa Romeo 155 GTA. Per la classe 2000 Renault Clio rivisitata ed aggiornata per il campano Giuseppe D’Angelo e vettura gemella per il triestino Paolo Parlato. Tra le motorizzazioni turbo, mai domo Vitantonio Micoli su Renault 5 Gt, mentre Davide D’Acri su Citroen Saxo ed Antonio Fichera su Peugeot 106, saranno in evidenza in classe 1600. Il fasanese Giovanni Angelini sarà su Honda Civic Typeà-R di gruppo N per puntare al tricolore.
I gruppi delle Racing Start mostrano un elenco iscritti particolarmente affollato. Gianni Loffredo su Peugeot 308 in gruppo Racing Start Plus RS Cup, si ripropone come riferimento, ma arrivano le presenze dell’esperto partenopeo Piero Nappi che esordisce sulla Hyundai i30 in arrivo dalla pista, del salernitano Angelo Marino su Seat Leon Cup e del bergamasco di Sicilia Rosario Parrino per la prima volta in CIVM sulla aggressiva Cupra Leon. Altre Peugeot 308 per il barese Giuseppe Cardetti, campione RS RSTB 2021 e poi per il driver di casa Andrea Palazzo ormai esperto conoscitore della vettura francese.
Duello pugliese in Racing Start Plus tra la Peugeot 308 Gti di Vito Tagliente ed il locale Giacomo Liuzzi su MINI, all’indomani del verdetto della Corte sportiva d’Appello cha assegna il titolo al driver tarantino. RS+ anche per il forte calabrese Giuseppe Aragona che sarà su MINI, come il trapanese Mariano Minore, ha invece confermato la Honda Civic Francesco Perillo. In classe 1.6 è garanzia di sfida la presenza dell’etneo Angelo Guzzetta e del cosentino Arduino Eusebio sulle Citroen Saxo e dell’altro calabrese Nicola Spadafora su Peugeot 106.
In Racing Start RSTB, le auto turbo benzina fino a 1650 cc, Angelo Loconte di nuovo su Peugeot 308, come Marco Magdalone, sulle MINI Luca Ammitrabile ed il bresciano Federico Raffetti che ha pianificato il suo 2022 in CIVM.
Per le motorizzazioni aspirate pronto a difendere la supremazia del 2021 il salernitano Francesco Paolo Cicalese sulla Honda Civic Type-R fresca di aggiornamento. Decisamente numerose anche “Le Bicilindriche” le pepate e sviluppate piccole Fiat tra le quali figura il nome del pluri campione etneo Andrea Currenti, salita 2021, quello del duellante 2021 Angelo Mercuri, e del Campione Pista Ivan Lizzio.
Calendario CIVM 2022: 8-10 aprile: 63ª Coppa Selva di Fasano (BR); 29 aprile-1 maggio: 31° Trofeo Lodovico Scarfiotti (MC); 13-15 maggio: 26ª Luzzi – Sambucina Trofeo Silvio Molinaro (CS); 27-29 maggio: 52ª Verzegnis Sella Chianzutan (UD); 10-12 giugno: 51° Trofeo Valecamonica (BS); 24-26 giugno: 61ª Coppa Paolino Teodori (AP); 1-3 luglio: 71ª Trento – Bondone (TN); 15-17 luglio: 57ª Rieti Terminillo – 55 Coppa Bruno Carotti (RI); 29-31 luglio: 48ª Alpe del Nevegal (BL); 12-14 agosto: 60ª Cronoscalata Svolte di Popoli (PE); 26-28 agosto: 57° Trofeo Luigi Fagioli (PG), coeff. 1,5; 9-11 settembre: 64ª Monte Erice (TP), coeff. 1,5; 16-18 settembre: 67ª Coppa Nissena (CL), coeff. 1,5.
Fonte e foto: ufficio stampa ACI Sport | Rosario Giordano

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Annullata la 4ª Coppa Città di Recoaro

Coppa Città di Recoaro: cause di forza maggiore portano il Rally Club Team ad annullare l’edizione 2022 dell’apprezzata gara di regolarità turistica. La quarta edizione

error:
Torna su