Solidarietà, promozione culturale, sociale e ambientale dell’Automobile Club d’Italia

Automobile Club d’Italia: più di mille personal computer “rigenerati” riformattati e riconfigurati – donati ad Associazioni, Organizzazioni di Volontariato, Istituzioni scolastiche, parrocchie ed Enti no profit.
Pensa (ACI): “Cresce l’impegno dell’ACI nel coniugare sostenibilità sociale e ambientale, con particolare attenzione alle realtà più meritevoli di sostegno”. Più di mille personal computer “rigenerati” – riformattati e riconfigurati – donati ad Associazioni, Organizzazioni di Volontariato, Istituzioni scolastiche, parrocchie ed Enti no profit.

È l’iniziativa attraverso la quale l’Automobile Club d’Italia intende concorrere – concretamente – a promuovere valori fondamentali quali solidarietà e crescita culturale e sociale.  
“Da anni – ha dichiarato Vincenzo Pensa, Direttore Sistemi Informativi ACI – l’Automobile Club d’Italia è impegnato in diverse iniziative che coniugano l’attenzione al sociale con la promozione dell’eco-sostenibilità ambientale”.
“Come già avviene per gli pneumatici a fine uso – ha spiegato Pensa – per i quali abbiamo creato un percorso virtuoso di riciclo e recupero ambientale che ha consentito il riutilizzo di decine di migliaia di tonnellate di gomme naturali e sintetiche, trasformandole in asfalti, sottofondi stradali, pavimentazioni sportive, pannelli fonoassorbenti per edilizia e arredo urbano – anche in questo caso – grazie alla riqualificazione e al reimpiego delle attrezzature di ufficio in favore di contesti sociali particolarmente meritevoli di attenzione e sostegno – ci siamo posti un duplice obiettivo: sostenibilità sociale e sostenibilità ambientale, dando nuova vita a strumenti irrinunciabili per una quotidianità come la nostra e, contestualmente, incrementando, con nuove dotazioni, la nostra capacità tecnologica”.
La prima consegna – di particolare valore etico e simbolico – ha riguardato la donazione di 30 personal computer fissi all’Associazione “Quarto Savona Quindici”, nata per mantenere viva la memoria della strage di Capaci del 1992, “trasformando il dolore in azioni concrete”.
I computer sono stati destinati agli studenti dell’Istituto Comprensivo “Maredolce”, nel Quartiere Oreto, a Palermo.
Fonte: ufficio stampa ACI Automobile Club d’Italia

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

CIV 2023: comincia tutto da qui

Presentata al Motor Bike Expo la nuova stagione di quell’ampio progetto di crescita del talento che è il CIV, testimoniato anche dalla consegna a Vuono,

error:
Torna su