Yamaha inaugura la stagione Racing tingendo di blu il Circuito di Misano

Matteo Vannucci, Niccolò Canepa, Kotha Nozane, Luca Baldassarri e Andrea Locatelli testimonial dell’anima racing della Casa dei Tre Diapason

Lo scorso 28 marzo Yamaha ha inaugurato la stagione racing tingendo di blu il Misano World Circuit Marco Simoncelli, nella cornice della prima tappa del Super Sport Pro Tour. Una giornata intensa e ricca di protagonisti alla presenza di team, piloti partner e appassionati che hanno interpretato le diverse sfumature e sottolineato gli impegni della Casa dei Tre Diapason nei diversi campionati. A fare gli onori di casa Andrea Colombi, Country Manager di Yamaha in Italia e Andrea Albani, Managing Director Misano World Circuit. “Qui a Misano, diamo il via alla nuova stagione agonistica, che vedrà Yamaha occupata su tutti i fronti e con un impegno fortemente rinnovato. Abbiamo deciso di sviluppare questa iniziativa per raccontare e far vivere in maniera concreta la nostra filosofia nell’ambiente delle competizioni. Vogliamo supportare il talento e la passione accompagnando i piloti in un percorso di crescita a step all’interno del nostro mondo, con un occhio all’accessibilità: partiamo dalla base con i nostri trofei monomarca, fino ad arrivare alla classe regina passando per tutti i livelli intermedi. È così che Yamaha vive la passione e coltiva il vivaio piloti, all’interno del quale si formano i campioni di domani. Per i piloti R3 e R7 la stessa giornata di oggi rappresenta un’opportunità in più di test per preparare la stagione imminente” spiega lo stesso Colombi.

Investire sul futuro, sulla passione e sulla parte tecnica, con un programma specifico e dedicato che apra ai giovani le porte di panorami nazionali e internazionali, è l’elemento centrale del progetto bLU cRU, che quest’anno esordisce con un’esclusiva “mondiale”: la Super Finale R3 Europea nel Campionato del mondo SBK. Una iniziativa che trova la chiave del suo successo in un percorso formativo che miscela insegnamento, guida e preparazione personale per poter essere un campione partendo dalla base del concetto di team. Argomento che è stato illustrato da Alessandra Gambardella di AG Motorsport Italia. Matteo Vannucci, team AG Motorsport Italia, rappresenta un esempio made in Italy del progetto bLU cRU. Il pilota toscano, dopo aver vinto senza discussioni il Trofeo Yamaha R125 nel 2018, ha vinto la R3 Cup 2020 laureandosi campione Italiano classe SS300 nel 2021. Percorso di crescita importante che lo porterà quest’anno a fare il suo esordio nel WSBK SS300.

L’anima bLU però accomuna piloti ed amatori ed è per questo che la grande novità di quest’anno è la nascita della R7 Cup, che pone al centro l’accessibilità e il divertimento, della quale è promoter Max De Simone EMG eventi. La Cup è dedicata ai Gentlemen Riders e si disputa in quattro tappe, scelte sia all’interno del Campionato Italiano Velocità 2022 Coppa Italia e FMI, con round d’eccezione nella tappa italiana del Campionato del mondo Superbike 2022 a Misano. Il primi tre piloti qualificati oltre al titolo potranno accedere alla SuperFinale Europea, che andrà in scena durante un weekend del WSBK.

Per accrescere il suo impegno nel racing, dal 2019 la Casa dei Tre Diapason ha iniziato una collaborazione con FMI diventando fornitore dei motori da 250 cc nella classe Premoto3. Il successo registrato ha portato al rinnovo per altri due anni dell’accordo che prevede la fornitura in esclusiva dei propulsori nella Premoto3 e nella Moto3 con i 450 cc. Il progetto FMI è rivolto a queste categorie, all’interno delle quali i giovani piloti crescono e si misurano in un campionato bilanciato nelle prestazioni del mezzo meccanico e con costi contenuti. Yamaha fin dall’inizio ha aderito all’iniziativa, vista la coerenza con la filosofia Yamaha bLU CRU e l’attenzione nei confronti dei ragazzi.


“La nostra Federazione è da sempre impegnata con i giovani e il loro sviluppo in campo agonistico. Trovare un partner così prestigioso come Yamaha che condivide con noi non solo gli aspetti tecnici, ma la filosofia e i progetti dedicati alle giovani promesse del nostro sport, è motivo di grande orgoglio e soddisfazione. Voglio ringraziare il Country Manager di Yamaha in Italia, Andrea Colombi, per la disponibilità e la condivisione. Grazie a Yamaha, la fornitura di motori per le classi più formative permette ai nostri campionati di contenere i costi, mentendo valori agonistici di assoluto valore. Una partnership che, sono certo, contribuirà a far crescere ulteriormente la “scuola italiana” e i suoi futuri campioni” racconta l’Avvocato Giovanni Copioli, Presidente FMI.

Una giornata all’insegna del bLU Racing in cui anche i piloti delle classi superiori hanno dato il benvenuto alla nuova stagione agonistica. In anteprima assoluta Niccolò Canepa ha svelato la nuova livrea del Keope Motor Team, sulla quale spicca il main title GYTR, acronimo di Genuine Yamaha Technology Racing. I riflettori sono puntati sulla combo di piloti, Canepa/Krummenacher, che hanno il compito di portare al successo le R-1 M nel CIV SBK 2022.

A rappresentare la vasta gamma dei prodotti GYTR, progettati per fornire componenti che spingano al massimo le prestazioni del proprio mezzo, anche Kotha NOZANE portacolori con Garrett Gerloff del GRT Yamaha World Sbk Team, che da quest’anno oltre alla livrea cambia anche il suo nome e diventa GYTR Yamaha World Sbk Team.

A rappresentare la classe WSBK – SS660 Lorenzo Baldassarri, del team Evan Bros Yamaha, pronto a riprendersi la scena dopo una stagione complessa in Moto 2. Il pilota è pronto alla sfida e confida anche nell’ottima intesa con il team, al lavoro per sviluppare il set up ideale. Il team WSBK PATA è salito sul palco con il Rookie of the Year 2021 Andrea Locatelli Il campione di Alzano Lombardo, classe 1996, lo scorso anno ha conquistato il quarto piazzamento e ha contribuito a far vincere al team il mondiale nella classifica dedicata.

Accanto a Yamaha nel suo universo racing ci sono partner d’eccezione come Pirelli, Forma e Dunlop. Pirelli, leader mondiale nella produzione di pneumatici, ha ampliato la sua partnership con Yamaha. L’accordo con Yamaha coprirà le stagioni dal 2022 al 2023 e vedrà l’utilizzo esclusivo dei pneumatici Pirelli nella R3 e R7 Cup. La partnership tra Pirelli e il campionato Yamaha R3 Cup rappresenta una delle collaborazioni monogomma di maggiore longevità e successo nella storia del motorsport e permette a Pirelli di affermarsi come riferimento nel segmento pneumatici racing per supersport. Dal 1999 gli stivali da moto Forma si caratterizzano come un prodotto di grande qualità, comodo, sicuro e tecnico per un pubblico molto esigente. Il costante impegno nel miglioramento continuo in termini di creatività e sicurezza, rendono Forma un partner di grande pregio, conferendo un valore aggiunto alle competizioni promosse a livello nazionale e internazionale da Yamaha Racing. Dunlop rafforza il suo legame con Yamaha e il mondo del Motorsport, una importante presenza con i propri pneumatici ad equipaggiare le moto del Super Sport Pro Tour di Yamaha. Novità di prestigio in casa Dunlop, è l’accordo siglato con FMI per la fornitura degli pneumatici nella Top class del CIV, la SBK.

Fonte e foto: ufficio stampa MarroneCattelan

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Christmas Tuning: l’8 dicembre a Villacidro

A Villacidro, giovedì 8 dicembre, il Centro Commerciale Sant’Ignazio ospiterà l’evento Christmas Tuning. Previste le categorie Expo, Spl, Scarico e Audio. L’inizio di Christmas Tuning,

error:
Torna su