35° Rally Piancavallo, c’è anche Pedersoli

Sale ancora di livello la sfida con il driver bresciano su Citroen Ds3 Wrc in gara per verificare le sue condizioni fisiche prima di calarsi nel Cira.
Oggi verrà finalmente pubblicato l’elenco iscritti, ma l’attesa è premiata da un nome formidabile che esce dal cilindro. Luca Pedersoli ha inviato in extremis la sua richiesta di partecipazione al 35° Rally Piancavallo, facendo alzare ancora di livello la sfida in programma domenica. Il suo palmares conta vittorie e titoli dal 1996 (Trofeo Fiat 500) al 2019 (Campionato Italiano Wrc), mentre nelle ultime due stagioni la dea bendata gli ha voltato un po’ le spalle. “E’ un periodo che mi gira storto – sottolinea Pedersoli – e infatti sono ancora piuttosto acciaccato da qualche problemino fisico. Ma ho deciso di fare il Piancavallo, una gara tosta proprio per verificare le mie condizioni e, se avrò dei riscontri positivi, potrò calarmi nel Campionato Italiano Rally Asfalto correndo in Salento a fine mese”. Il driver bresciano, affiancato da Anna Tomasi, sarà al volante della sua Citroen Ds3 Wrc, vettura ancora performante però sempre meno temibile per le nuove Rally2 Evo in circolazione. Lungo le strade della pedemontana pordenonese si rinnoverà il duello spettacolare tra Pedersoli e Marco Signor già ammirato nel tricolore Wrc, attizzando la grinta di outsider del calibro di Rudy Andriolo, Filippo Bravi, Maurizio Diomedi, Enrico Zille, Dimitri Tomasso, Alessandro Prosdocimo, Nicola Cescutti, Claudio De Cecco e molti altri in grado di recitare da protagonisti per l’assoluta, ognuno con il suo carico di ambizioni. Sabato lo shakedown a Poffabro scioglierà le ultime riserve di setup, domenica il cronometro metterà in riga i migliori sulle prove speciali di Pradis, Clauzetto e Barcis-Piancavallo. In piazza Italia a Maniago si prepara un weekend di festa rombante e assaggi prelibati con le eccellenze di “Io sono Fvg”.
Fonte: ufficio stampa
Foto: ACISport 2021

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
continua con gli

Articoli Correlati

error:
Torna su