Bagarre e spettacolo nel primo round del CNV Selettiva Sardegna

Domenica 10 Aprile presso il circuito SestuGo di Sestu, in provincia di Cagliari, il CNV Selettiva Sardegna ha dato inizio alla stagione 2022. La giornata è stata caratterizzata dal sole e ha regalato temperature calde che hanno permesso ai piloti di divertirsi al meglio. Diverse le categorie che sono scese in pista per questa prima tappa, accorpate in un’unica griglia per regalare più spettacolo.
Il più veloce fin dal primo turno di Warm up è stato Mattia Corpino, della categoria Mini GP 160 Junior. Il tredicenne conquista la prima posizione in tutti i turni di libere ottenendo, di riflesso, anche la Pole Position in griglia e facendo registrare il tempo di 41’’.985’’’.
Dietro di lui, in tutti i turni di prove cronometrate, c’è Roberto Piras, della categoria Mini GP 160 Leggeri, che scatta dalla seconda casella dello schieramento con un distacco di 0’’.941’’’.
Ultima classe della Mini GP 160 è la Sport, nella quale il più veloce in pista è stato Giuliano Pillolla che ottiene la quinta casella dello schieramento con il tempo di 43’’.837’’’.
Per la categoria Mini GP 110 Junior il più veloce è stato Francesco Contu, che fa registrare il tempo di 44’’.675’’’ e ottiene l’ottava posizione in griglia.
Giacomo Cucciari invece, unico rappresentante per la Mini GP 110 Academy e con il tempo di 46’’.851’’’, scatta dalla dodicesima casella.
Altra categoria a scendere in pista è la Mini GP 190 con Stefano Mura che fa registrare il miglior tempo in 43’’.253’’ e conquista la terza posizione in griglia.
In Gara1 ottima la partenza di Corpino che si mette subito al comando, seguito da Piras e da Pillolla che – autore di una buona partenza – riesce a recuperare due posizioni. Nelle prime fasi di gara Walter Sulis, della categoria 160 Sport, riesce a passare Luciano Barranca della categoria 190 GP che scattava dalla quarta posizione in griglia. Protagonista assente nella partenza Mura che deve recuperare nel corso della gara le posizioni perse nelle prime fasi. I primi tre sembrano averne di più e nei primi giri si staccano dal resto del gruppo con Piras che tenta di rimanere il più possibile vicino a Corpino. Nel corso del quarto giro, caduta per Walter Sulis che lo vede costretto al ritiro, lasciando così la lotta a tre per la quarta posizione con Mura e Barranca. I due però ricuciono il distacco su Pillolla e riescono a sopravanzarlo innescando così la lotta per il terzo gradino del podio. Passata la metà gara, i distacchi si fanno importanti e le posizioni si congelano.
Taglierà il traguardo in prima posizione Corpino e afferma: “La gara è andata bene, stavo girando in 42’’ di passo, in qualifica ho anche fatto il record della pista. Venerdì purtroppo abbiamo avuto dei problemi con il motore, e ho rotto praticamente tutto. Siamo però riusciti a riparare il motore e siamo molto contenti per questo risultato. Guardando alla stagione spero di vincerla!”.
Nelle fasi finali di gara Mura tenta di recuperare il distacco accumulato su Piras, non sono però sufficienti i giri rimanenti, Piras taglierà il traguardo in seconda posizione con un vantaggio di soli 1’’.668’’’ e afferma: “La gara è andata bene, ho avuto un buon passo, non sono riuscito a tenere per tutta la gara il passo di Mattia ma tutto sommato una buona gara, una buona partenza, mi sono divertito!”.
Mura chiude in ogni caso in terza posizione e prima per la categoria 190 GP commentando così la sua gara: “Non è stata una partenza buonissima, forse una delle peggiori che ho fatto, probabilmente un problema alla frizione. Ci sono state un paio di incertezze per recuperare le posizioni, però avevo un passo per stare davanti. Avrei voluto recuperare qualcosa anche su Mattia e Roberto, però avevano sicuramente un passo migliore”.
Francesco Contu è invece il primo per la categoria 110 Junior, passando sotto la bandiera a scacchi in settima posizione e afferma a fine gara: “Non sono molto soddisfatto perché sono partito male, però poi nel guidato sono riuscito a recuperare tutti i quattro i miei avversari davanti. La gara poi l’ho fatta in solitaria senza lotta. Ho migliorato il mio best però so di poter fare di più, cercherò di partire meglio in Gara2!”.
Pillolla chiude in quinta posizione, finendo primo per la categoria 160 Sport e commenta così la sua gara: “La partenza è andata benissimo, non me lo aspettavo era tanto che non correvo dalla finale Nazionale ad Ortona. In gara poi mi hanno sorpassato le 190 che nei rettilinei hanno quei cavalli in più che non riesci a compensare, però per il resto sono contento è andata bene, soprattutto per aver tenuto il passo di una moto di categoria superiore”.
La partenza di Gara2 vede la sesta casella dello schieramento vuota, in quanto Walter Sulis in seguito alla caduta di Gara1 decide di non prendere parte alla seconda manche. Buono lo spunto di Piras che rimane vicinissimo a corpino. Caduta proprio nella fase di partenza per Massimiliano Contu, necessaria la Bandiera rossa per mettere in sicurezza il pilota e di conseguenza partenza da rifare per i piloti in griglia.
Nella ripartenza Piras parte di nuovo bene e rimane molto vicino a Corpino impedendogli la fuga fin da subito. Dietro i primi due si crea un gruppetto in lotta per il terzo gradino del podio composto da Mura, Barranca, Manolo Malica della categoria 160 Sport e Pillolla. Mentre Corpino allunga, anche Piras riesce a mettere del margine con gli avversari, il gruppo in lotta invece si trasforma in due coppie in bagarre: Mura e Barranca lottano per il terzo posto, mentre Pillolla e Malica si danno battaglia per la quinta. Anche nelle posizioni più attardate c’è movimento, Michele Guidetti e Marco Businco battagliano per l’ottava posizione. Passata la metà gara Pillolla riesce a mettersi davanti a Malica, che rimane vicino ma non abbastanza per pensare di riprendere la quinta posizione. Davanti a loro Mura riesce a liberarsi della pressione di Barranca, che rimane saldo in quarta posizione, e proprio nelle fasi finali di gara si avvicina a Piras e tenta più volte l’attacco. Tra i due si accende una bellissima bagarre che tiene il pubblico con il fiato sospeso. I due si restituiscono i sorpassi fino alla bandiera a scacchi, dove arrivano appaiati ed al contatto.
La spunterà per un nulla, appena 00’’.015’’’ segnerà il cronometro, Piras che vince la sua categoria ed afferma: “Una bella bagarre con Stefano, mi sono divertito moltissimo soprattutto sul finale dove ci siamo anche scontrati!”.
Mura, che in ogni caso vince la categoria, afferma: “Una bellissima bagarre con Roberto, ci siamo presi un rischio alla fine ma ci siamo divertiti tantissimo per oltre tre giri”.
Giacomo Cucciari invece, l’unico rappresentante per la Mini GP 110 Academy, chiude in decima posizione e commenta così il week-end: “È stato complicato, bisogna lavorare ed impegnarsi però è andata bene!”.
Francesco Contu chiude in settima posizione ma, nonostante la vittoria di giornata per sua categoria, afferma: “Sono ancora meno soddisfatto di Gara1, sono partito ancora peggio”. Per la categoria 160 Sport vince Pillolla che racconta: “Gara2 è andata bene, come speravo. Ho avuto da fare con Manolo ma è stato divertente! Ringrazio I miei colleghi che mi hanno permesso di poter essere qui oggi e gli dedico la vittoria”.
Fonte e foto: ufficio stampa Officina Italiana


Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
continua con gli

Articoli Correlati

error:
Torna su