Città di Bassano e Golfo dell’Asinara chiudono l’ottobre del Team Bassano

Sono 22 gli equipaggi in gara nell’ultimo, casalingo, appuntamento del T.R.Z. ai quali se ne sommano altri 6 alla prima edizione del rally nella provincia di Sassari.
Con le ultime due gare in programma nell’imminente fine settimana va a chiudersi un intenso mese di ottobre per il Team Bassano che, dopo i festeggiamenti per le premiazioni alla Fiera di Padova di domenica scorsa, rivolge ora l’attenzione ai due rally che contano poco meno di una trentina di equipaggi dall’ovale azzurro iscritti.
Il primo, il Città di Bassano è di fatto uno dei più longevi del panorama dei rally storici visto che è arrivato alla diciassettesima edizione, mentre tutto nuovo è il Golfo dell’Asinara che si correrà in Sardegna. Ventidue sono gli equipaggi che la scuderia bassanese schiera nella gara di casa valevole, oltre che per il T.R.Z. della Seconda Zona, anche per il Trofeo Rally ACI Vicenza, con l’elenco che è aperto dalla Lancia Stratos di Giorgio Costenaro e Lucia Zambiasi; tocca poi ad uno degli equipaggi più in forma della stagione, quello composto da Bernardino Marsura e Massimiliano Menin con la Porsche 911 RSR, analoga a quelle con la quale saranno al via Giampaolo Basso e Sergio Marchi oltre a Claudio Zanon e Maurizio Crivellaro. Sarà alla guida di una SC del 3° Raggruppamento Jacopo Rocchetto con Elia Molon alle note, mentre su una delle tante Ford Sierra RS Cosworth toccherà a Nicola Patuzzo ed Alberto Martini. Dopo l’esordio dello scorso aprile si rivedrà in gara la Lancia Rally 037 di Umberto Scariot e Denis Rech e con la Delta Integrale saranno della partita Fabio Garzotto e Andrea Sbalchiero. Presente anche una BMW M3 che porteranno in gara Alberto Moronato con Michele Orietti e un’altra Porsche 911, ma in versione S 2.4, vedrà al via Roberto Bordignon e Gino Tessari. Numerose anche le “due litri” ad iniziare dall’Alfa Romeo Alfetta GTV di Gianluigi Baghin e Miriam Iuretig, per proseguire con la BMW 318iS di Gianluca Testi e Marco Benvegnù, l’Opel Kadett GT/e di Jacopo Biasion e Marta Carello e la Fiat Uno Turbo di Lorenzo Scaffidi con Natascia Freschi. Ancora Alfa Romeo con la 33 di Filippo Viola e Francesca Dalla Rizza, oltre all’Alfetta GT di Gianfranco Pianezzola e Andrea Marcon che duelleranno in classe con l’Opel Ascona SR 1,9 di Stefano Chiminelli ed Enrico Strappazzon. Cambio di vettura per Stefano Segnana che lascia la Golf per l’Opel Corsa GSI che dividerà con Giovanni Somenzi e, puntuale al via della gara di casa, si presenta anche Roberto Piatto assieme ad Ugo Tomasi sulla Fiat Ritmo 75. Non potevano ovviamente mancare le Autobianchi A112 Abarth e le due iscritte dal Team Bassano vedranno al via Raffaele Scalabrin e Marco Melino: il primo affiancato da Nicolò Marin, il secondo da Michele Sandrin e, a chiudere il nutrito elenco tocca alla Ford Fiesta di Enzo Concini e Corrado Baldo.
Cinque le prove in programma, tutte nella giornata di sabato 29 con le storiche a precedere le moderne; arrivo nella centrale Piazza Libertà a Bassano del Grappa.
Sei sono invece gli equipaggi dall’ovale azzurro che affronteranno le nuove prove speciali del Rally Golfo dell’Asinara che si correrà in provincia di Sassari con partenza da Castelsardo e arrivo ad Alghero. Sarà sfida in famiglia tra i fratelli Pes di San Vittorio, con Pietro su Opel Kadett GSI assieme a Francesco Marrone opposto ad Enrico con la Peugeot 205 Rallye condivisa con Nicola Romano. Due le Ford al via: l’Escort RS di Concetto e Carlo Pettinato e la Sierra RS Cosworth di Leopoldo Di Lauro e Giovanni Nuvoli; a completare il sestetto la Fiat 128 Sport Coupé di Luigi Annoni e Giampaolo Mantovani e la piccola Fiat 500 Giannini di Carmelo Cappello con Angelo Tendas alle note. Otto le prove speciali in programma suddivise nelle giornate di sabato 29 e domenica 30 ottobre.
Notizie e aggiornamenti al sito web https://www.teambassano.com/
Fonte: Ufficio Stampa Team Bassano Andrea Zanovello
Foto: Mario Leonelli

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

error:
Torna su