Enduro. Incoronati i Campioni Italiani Major 2022

Schilpario ha messo il sigillo definitivo al tricolore Major, con un’ultima prova infuocata.
Report Time – Il quinto appuntamento del Campionato Italiano Enduro Major Eicma in terra Lombarda, si è concluso nella splendida area di Schilpario (BG), confermando quanto visto in alcune classi e ribaltando il pronostico in altre.
Grande soddisfazione come sempre per il Motoclub Bergamo e tutto lo staff guidato dal presidente Giuliano Piccinini, che ha avuto l’onore di ospitare anche uno Special Guest made in Bergamo: Thomas Oldrati, che ha regalato spettacolo ai suoi fan accorsi; insieme al mattatore di giornata altri 4 velocissimi Elite: Manolo Morettini, Matteo Pavoni, Matteo Cavallo e Rudy Moroni.
Roberto Rota (TM) ha sbaragliato la concorrenza, primeggiando nell’Assoluta,davanti a Diego Nicoletti (Husqvarna) ed Alessio Paoli (Husqvarna), i tre riders sono stati anche protagonisti nella Top Class, con Diego Nicoletti vincitore del Titolo Italiano 2022.
Nella Master 250 2t: Alessio Polidori (Husqvarna), ha vinto anche a Schilpario, davanti Jerry Giussani (KTM) e Riccardo Chiappa. Polidori ha raggiunto così quota 5 vittorie consecutive, vincendo il titolo a punteggio pieno.
Nella Master 300 ha vinto anche in questa quinta prova Simone Matteoni (KTM), che ha regolato il suo avversario di sempre Matteo Zecchin (Sherco), terzo un ritrovato ex crossista: Simone Baima Besquet (Beta).
Il campionato si è risolto per un solo punto a favore del neo campione Matteo Zecchin, ai danni di Matteoni.
Nella Master 250 4t la gradita presenza di Simone Albergoni (Fantic E50 Racing), che ha vinto davanti al nuovo Campione Italiano di categoria Giovanni Sommaruga (Honda), a cui è bastato il secondo posto per assicurarsi la vittoria finale; terzo di giornata Stefano Valsecchi (Husqvarna).
La classe Master 450 ha visto ancora l’egemonia di Mattia Traversi (KTM), mentre secondo protagonista del podio è stato di nuovo Damiano Lullo (KTM), con Paolo Bernardi (Honda) che è riuscito a conquistare il terzo posto.
Mattia Traversi ha chiuso il campionato con l’en plein di Schipario.
Passando alle classi Expert, nella 250 2t Alberto Teofili (KTM) è tornato alla vittoria, ma questo non è bastato per battere Paolo Dalla Zuanna (KTM), che si è così assicurato il Titolo Italiano per soli 3 punti, terzo di giornata ed in campionato Matteo Pedersoli (Beta).
Nella classe Expert 300 poker di vittorie per Christian Natta (Beta), che ha chiuso in bellezza il campionato; alle sue spalle nella classifica di giornata Carmelo Mazzoleni (KTM), con Francesco Sibelli (KTM) sul terzo gradino del podio.
Paolo Cagnoni (Yamaha), classe Expert 250 4t, ha primeggiato in terra Bergamasca, con Simone Ciuti (KTM) secondo di giornata e Maurizio Casartelli(Honda) terzo; Casartelli ha saputo capitalizzare lo zero nel primo round di Ciuti ed ha quindi conquistato il titolo con un margine di tutta sicurezza.
Nella Expert 450 ha conquistato la vittoria di giornata Alfio Chioda (Husqvarna), con Carlo Tagliani (KTM) al secondo posto e vincitore del titolo Italiano di classe; ad ottenere il terzo gradino del podio di giornata è stato Omar Gambarini (Beta).
Si passa alle classi Veteran: nella Veteran 2t Simone Girolami (KTM) ha terminato la stagione nel migliore dei modi, con la vittoria del quinto round e di campionato; tra l’altro con la cilindrata 125.
Secondo e ben distanziato ha concluso Davide Marangoni, con il medesimo risultato nella classifica finale; terzo a Schilpario è arrivato Marco Bettini (KTM).
Nella Veteran 4t Mirko Silvestrin (Sherco), ha vinto di soli 3.18 secondi su Massimo Ravetta (KTM), mentre Cristian Monaldi (TM) con il terzo posto di giornata è riuscito a mantenere la testa della classifica, vincendo il campionato davanti a Ravetta.

Una Superveteran 2t che ha visto nuovamente Andrea Prataiola (Beta) davanti a tutti, con Danilo Plando (KTM) sempre al secondo posto e Luca Gandolfo (KTM) terzo. Il campionato è stato conquistato da Prataiola, che è stato protagonista di un grande finale di stagione.

Nella Superveteran 4t prima vittoria stagionale per Diego Nazareno Goti (KTM), mentre ad Ivo Zanatta (Gasgas) è stato sufficiente il secondo posto per conquistare il titolo tricolore.
Terzo di giornata Ubaldo Mastropietro (KTM), che ha duellato durante tutta la stagione con il rivale Zanatta.

Nella Ultraveteran 2 tempi Roberto Cesareni (Husqvarna) ha conquistato la giornata, mentre Lucio Chiavini (Beta) ha chiuso al secondo posto; con Carlo Valenti (KTM) terzo.
Renato Pegurri (Husqvarna) è riuscito per un soffio ha conquistare il campionato; un solo punto lo ha separato dal rivale Chiavini giunto secondo.

Nella Ultraveteran 4 tempi a Schilpario è arrivato al quinto successo consecutivo Tullio Pellegrinelli (Honda), laureandosi nuovamente Campione Italiano, Fabiano Gusmini (KTM) ha concluso al secondo posto, mentre Fabio Benetti (KTM) terzo di giornata.
Nel Challenge KTM hanno vinto Simone Matteoni su KTM EXC 300 2t nella classe Major e Danilo Plando, su KTM EXC 300 2t nella classe Veteran, confermando quanto visto fino a questa ultima prova del challenge in orange.
Tra i Motoclub la vittoria è andata nella gara di casa al Motoclub Bergamo, mentre la formazione del Ragni Fabriano è giunta questa volta al secondo posto ed in terza posizione il Motoclub Caerevetus.
Si è ufficialmente conclusa questa entusiasmante stagione dei “senatori” dell’enduro, per tutti gli aggiornamenti potete sempre seguire il sito enduro.federmoto.it ed i canali social di OffroadProRacing.
Fonte e foto: ufficio stampa Offroad Proracing

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

error:
Torna su