Il Rally del Brunello svela le sue linee: Montalcino al centro della doppia sfida tricolore

Sessantanove chilometri ad articolare il confronto moderno, valido per il Campionato Italiano Rally Terra ed oltre settanta ad interessare i protagonisti del Campionato Italiano Rally Terra Storico: da venerdì 9 a domenica 11 dicembre, la provincia di Siena al centro dell’evento proposto da Scuderia Etruria Sport. Iscrizioni aperte da mercoledì 9 novembre.
Due distinti format ed un unico grande progetto: quello di regalare al Campionato Italiano Rally Terra ed al Campionato Italiano Rally Terra Storico un’ambientazione unica al mondo. Scuderia Etruria Sport, in collaborazione con Deltamania Montalcino, ha svelato le linee del Rally del Brunello, evento pronto a coinvolgere la provincia di Siena da venerdì 9 a domenica 11 dicembre. Un abbraccio al motorsport, incluse le specialità “Regolarità Sport” e “All Stars”, che chiamerà sulle prove speciali toscane gli esponenti del Tricolore. Un doppio appuntamento di grandi contenuti, valido per l’assegnazione dei titoli 2022 nei due diversi scenari e pronto ad elevare gli sterrati che hanno fatto la storia del rallismo internazionale.
IL PROGRAMMA DI GARA
SABATO LE “STORICHE”, DOMENICA LE “MODERNE”
Saranno i settanta chilometri proposti dal confronto valido per il Campionato Italiano Rally Terra Storico ad inaugurare il weekend tricolore: la partenza, da Piazza del Popolo a Montalcino, chiamerà all’appello gli esponenti della cornice “d’epoca”, a partire dalle ore 19,30 di venerdì 9 novembre, fase che manderà in archivio una prima giornata contraddistinta dalle operazioni di verifica e dallo shakedown, il test con vetture da gara. L’indomani, sabato 10 novembre, la parola spetterà al cronometro, con la disputa delle prove speciali “Pieve a Salti”, “Castiglion del Bosco” e “Badia Ardenga”, ripetute per un totale di otto passaggi cronometrati. La Cantina Val di Suga, in Val di Cava e la Fattoria di Caparzo accoglieranno i riordini delle vetture. L’arrivo sulla pedana d’arrivo, la stessa che ha reso protagonisti gli interpreti della sfida alla partenza, manderà in archivio il confronto a partire dalle ore 15,50.
A caratterizzare il confronto moderno, quello valido come appuntamento conclusivo del Campionato Italiano Rally Terra, saranno le prove speciali “Pieve a Salti”, “La Sesta” e “Badia Ardenga”, tratti ripetuti fino ad un totale di sette passaggi cronometrati distribuiti su sessantanove chilometri. Una programmazione che vedrà i riflettori puntati ancora su Piazza del Popolo, a Montalcino, location chiamata ad ambientare le fasi di partenza – alle ore 19.30 di sabato 10 novembre – ed arrivo della gara, prevista il giorno seguente dalle ore 15. Buonconvento sarà invece coinvolta dalle fasi di parco assistenza e di riordino delle vetture, quest’ultimo previsto in Piazza Garibaldi. Un concentrato di agonismo che troverà la propria espressione nell’intera giornata di domenica, preceduta – al sabato – dallo svolgimento delle operazioni preliminari, verifiche e shakedown.
ISCRIZIONI APERTE DA MERCOLEDÍ 9 NOVEMBRE
Sarà aperta da mercoledì 9 novembre, la sessione dedicata alle iscrizioni. Una “finestra” che si protrarrà fino a mercoledì 30 novembre, termine ultimo per aderire alle due competizioni proposte, il confronto valido per il Campionato Italiano Rally Terra Storico e quello che interesserà i protagonisti del Campionato Italiano Rally Terra, confronto che manderà in archivio un weekend “a tinte tricolori”, rendendo il territorio assoluto protagonista di un evento di grandi proporzioni.
Ad apporre la firma sulla prima edizione della gara è stato Alberto Battistolli, vincitore sulla Lancia 037 condivisa con Simone Scattolin. In seconda posizione concluse la Lancia Delta HF Integrale di “Lucky”-Pons e, sul terzo gradino del podio, la Lancia Delta HF Integrale di Bianchini-Paganoni.
Tutte le informazioni sono disponibili all’indirizzo http://www.scuderiaetruria.net
Nelle foto (Aci Sport): i vincitori della 1^ edizione, Battistolli-Scattolin ed il leader del Campionato Italiano Rally Terra, Paolo Andreucci. 
Fonte: Gabriele Michi Ufficio stampa

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

error:
Torna su