Rally. Araldo e Boero vincono il 48° Rally Team 971

Il driver cuneese vince cinque prove e precede la Skoda di Stefano Giorgioni e Federico Boglietti. Sul terzo gradino del podio Massimo Marasso e Luca Pieri completano il terzetto Skoda. A Marco Bertinotti e Andrea Ronde il successo nel Rally Storico a bordo della Porsche. La Regolarità Sport premia Roberto Rossetta e Stefano Delucchi sulla Lancia Fulvia.

Jacopo Araldo e Lorena Boero conquistano la vittoria nella 48ª edizione del Rally Team 971 e centrano per la terza volta il successo nella manifestazione promossa dalla Rt Motorevent. Una gara viva e interessante dove non sono mancati i colpi di scena, ha vissuto sul duello intenso fra Araldo e Giorgioni apparso particolarmente in forma specie nelle fasi iniziali. Partiva molto bene il cuneese Araldo abile a far segnare il miglior tempo sul primo passaggio ad Albugnano che ha aperto il confronto. Una prova che registrava il secondo tempo per Loris Ronzano e Gloria Andreis in gara sulla Skoda mentre Stefano Giorgioni e Federico Boglietti anche loro sulla Skoda Fabia chiudevano questo primo impegno con 5” di ritardo. Il primo colpo di scena nel trasferimento verso la seconda prova dove Ronzano era vittima di un incidente e doveva abbandonare. Da quel momento si accendeva il duello fra Araldo e Giorgioni che vedeva quest’ultimo vincere la seconda prova a Moransengo e avvicinare l’avversario che su questo parziale era vittima di un “lungo”. La sfida si faceva interessante tanto che a Robella, terza prova, i due contendenti facevano segnare lo stesso riscontro cronometrico. La seconda parte di gara vedeva Araldo più incisivo vincere nuovamente ad Albugnano e ripetersi a Moransengo per chiudere con il successo anche sull’ultimo tratto cronometrato di Robella dove abbassava il tempo del primo passaggio di quasi quattro secondi. Alle spalle di Araldo e Giorgioni nella classifica assoluta un’altra Skoda Fabia, quella di Massimo Marasso e Luca Pieri i quali grazie ad una gara molto precisa hanno recitato costantemente il ruolo di terza forza in campo chiudendo meritatamente sul podio. Quarto posto assoluto e prestazione impeccabile anche per Mario Trolese e Emilio Martinotti anche loro sulla berlinetta Ceca. In quinta posizione il rientrante Andrea Sala insieme a Stefano Mazzetto anche loro sulla Fabia R5 i quali nel finale riescono a contenere gli attacchi di Marco Luison e Martina Bertelegni autori di una seconda parte di gara particolarmente frizzante culminata con il terzo tempo assoluto sulla prova di Moransengo. Gianluca Verna e Fabio Ceschino interrompono l’egemonia Skoda portando la loro Peugeot 208 al settimo posto assoluto davanti alla Skoda di Stefano Monchietto e Alice Binello i quali approfittano del ritiro di Vedelago avvenuto prima di affrontare l’ultima prova per guadagnare una posizione in classifica. Nella top ten assoluta finale troviamo Cristian Milano e Nicolò Cottellero a completare una egemonia del marchio Skoda particolarmente marcata dove il canavesano piazza la sua vettura al nono posto assoluto. Entrano meritatamente nei dieci della classifica finale anche Armando Vola e Daniele Araspi a bordo della Peugeot 208 Rally 4. Fra i protagonisti sfortunati Angelo Morino e Alessandro Marsero partiti molto bene ma costretti allo stop a causa del cedimento del motore sulla loro Polo R5.


I biellesi Marco Bertinotti e Andrea Rondi vincono il Team 971 Storico.
A bordo della Porsche 911 sono stati i più veloci in tutte le prove speciali. In seconda posizione Roberto Rimoldi e Roberto Consiglio (Porsche 911). Terzo gradino del podio per Paolo Pastrone e Mara Miretti sulla Ford Sierra Cosworth.
Una supremazia mai messa in discussione ha permesso ai biellesi Marco Bertinotti e Andrea Rondi di conquistare il successo nella 14ª edizione del Rally Team 971 Storico che si è svolto in coda al rally moderno. Il portacolori della Rally & Co campioni italiani 2021 fra le autostoriche hanno assunto il comando delle operazioni già dalle prime battute facendo segnare costantemente il miglior tempo. La vittoria nelle sei prove speciali in programma ha permesso a Bertinotti di aggiudicarsi questa edizione della gara torinese precedendo l’altra Porsche di Roberto Rimoldi e Roberto Consiglio i quali hanno recitato costantemente il ruolo di più autorevoli inseguitori. Sul terzo gradino del podio finale salgono gli ottimi Paolo Pastrone e Mara Miretti al via su una Ford Sierra Cosworth seguiti nella generale dalla Bmw M3 di Franco Volpino e Simona Albesano. Quinto posto finale per Stefano Villani e Lorenzo Lalomia autori di una prestazione molto positiva nonostante una leggera toccata nella prima parte di gara.Al sesto posto finale concludono Bruno Graglia e Roberto Barbero in gara sulla bellissima Bmw M3 seguiti nella generale da Pier Luigi Porta e Giuliano Santi a bordo della Ford Escort mentre i biellesi Claudio Bergo e Maurizio Trombini sono ottavi a bordo della Toyota Celica. Qualche problema nelle prime fasi di gara ha frenato la prestazione di Claudio Ferron e Francesco Quaz sulla Opel Kadett Gt/e che chiudono comunque al nono posto mentre Massimo Olivieri e Simona Camera portano la piccola Opel Corsa al decimo posto assoluto.

Fonte: ufficio stampa | Massimo Grosso
Foto Araldo-Boero su Skoda Fabia Evo (foto: Styling Photo)
Foto Bertinotti-Rondi su Porsche 911 RSR (foto: Lavagnini)

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
continua con gli

Articoli Correlati

error:
Torna su