Rally del Lazio Cassino-Pico, 152 partenti tra cui 8 equipaggi sardi

Otto equipaggi sardi al via dell’ultimo round della Coppa Italia. Dirette e Servizi dal campo gara.
Tra poche ore scatterà il semaforo verde per la Finale Nazionale Coppa Italia Rally ACI Sport 2022, al Rally del Lazio Cassino-Pico 2022, con 152 equipaggi da tutta Italia, tra cui una bella rappresentanza sarda.
“Questa avventura della finale al Rally del Lazio Cassino-Pico è un’occasione per far crescere l’esperienza dei ragazzi finalisti”, dichiara Giuseppe Pirisinu, Fiduciario/Delegato Regionale ACI Sport per la Sardegna, “ci sono equipaggi che hanno partecipato alla finale di Modena l’anno scorso, questo è sintomo di continuità del nostro movimento motoristico, e mi fa molto piacere. La nostra Delegazione spazia da ragazzi di 20/25 anni a piloti più esperti di 60 anni, questo è positivo ed importante per fare gruppo e squadra”.
Guardando alla stagione 2023 sull’isola dichiara: “dato che ci saranno sicuramente più gare nel CRZ, ci saranno molto più battaglie e spero che effettivamente coloro che vinceranno la zona, riusciranno poi anche a disputare la finale”.
Il Fiduciario Regionale sarà presente anche in veste di navigatore del pilota Sergio Farris sulla Abarth 124 rally RGT (#33), con i colori del Team Autoservice Sport: “le previsioni del tempo non sono delle migliori, rimaniamo fiduciosi di correre sull’asciutto, ma stando alle previsioni bisognerà ragionare con un asfalto molto bagnato e sulla possibilità che si sporchi anche la carreggiata. Per il resto andiamo a divertirci e fare ulteriori chilometri con la 124. Ci dispiace essere da soli in classe e unica auto a trazione posteriore in gara, ma sarà un’ulteriore prova con fondo e meteo diverso da quello del Rally Terra Sarda”.
Con il numero 98 sulle fiancate della sua Renault Clio N3, saranno presenti Franco Canalis e Virginia Moncini del Team Autoservice Sport.

Giampaolo Moreno Fosci e Mirko Valentino saranno a bordo della Renault Clio Rally 5 (#106) della scuderia Rally Sport Evolution.

Francesco Fois e Lorenzo Vacca saranno al via della gara laziale con la fida Mini Cooper S RSTB 1.6 (#120) della scuderia Sardegna Racing Team.

All’esordio fuori dall’isola come pilota e prima volta come finalista: Paolo Angius coadiuvato alle note da Francesca Piras con la Peugeot 106 N2 (#142) del Team Autoservice Sport. “Il rally è difficile ma con belle prove lunghe”, commenta il pilota gavoese, “tutte oltre i dodici chilometri, strette e sconnesse, con pezzi in salita veloci, in discesa lente e pezzi all’ombra. L’obiettivo è arrivare fino alla fine, fare più esperienza possibile e confrontarci con gli altri equipaggi presenti nella nostra classe”.
Nella classe RS 1.6, con il numero 154, ci saranno Andrea Pisano (nella foto sotto) e Luigi Cerasi con la Citroën C2 VTS, a seguire con il numero 155, Pietro Lilliu e Alberto Sirigu con la Suzuki Swift, entrambi della scuderia Sardegna Racing Team.

A provare a bissare il risultato della scorsa stagione saranno allo start Ugo Valdarchi e Giorgio Aricò con l’inconfondibile Seat Ibiza Cupra D RSD P 2.0 (#156) della scuderia Mistral Racing.

Il programma. La gara accenderà i motori venerdì 4 novembre alle 7:30 con lo shakedown a Belmonte Castello, con la pedana di partenza in Corso della Repubblica a Cassino alle 14:00 con le prove di “Terelle” e la “Pico Show” di 83,59 chilometri totali.
Sabato 5 novembre la gara si svolgerà nelle prove di “Viticuso” e “Greci-Pico” da ripetere due volte, con le premiazioni e arrivo a Cassino per le 18:15, dove sarà proclamato il vincitore della Coppa Itala Rally 2022.
La gara organizzata dalla M33 di Max Rendina e ACI Sport avrà una ottima copertura mediatica: ben 6 delle 7 prove speciali in programma saranno trasmesse in diretta televisiva su ACI Sport TV (Canale 228 SKY), e altri collegamenti nelle diverse pagine social della federazione e del rally (@acisporttv, @copparallyzona e @rallylaziofficial).
Testo di Salvatore Carta

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

error:
Torna su