Rally Internazionale Golfo dell’Asinara: ecco gli equipaggi iscritti

Sono quasi sessanta (44 nel Moderno – di cui 11 R5 – 8 nello Storico e 6 nella Regolarità Sport) gli equipaggi iscritti al Rally Golfo dell’Asinara organizzato dall’Automobile Club Sassari, in programma nel weekend.
L’edizione “del ritorno” (dopo diciassette anni) del Rally Internazionale Golfo dell’Asinara – Trofeo Rete Metropolitana del Nord Sardegna, ultima prova del Campionato Rally Delegazione Sardegna ACI Sport, presenta tutte le caratteristiche affinché torni ai fasti di un tempo, grazie alla grande passione degli organizzatori, ad un percorso estremamente tecnico e selettivo e, non ultimo, al valore degli equipaggi iscritti.
XXVII Rally Internazionale Golfo dell’Asinara. Dopo la vittoria nel 2019 e il secondo posto assoluto nel 2021 conquistati al Rally del Parco Geominerario della Sardegna, torna in gara l’equipaggio formato da Maurizio Diomedi e Giuseppe Pirisinu. Per Diomedi-Pirisinu la vettura sarà la Skoda Fabia Evo con il numero 1 sulle fiancate (PA Racing) con i colori della scuderia MRC Sport. Tra le nove Skoda Fabia, spunta la Volkswagen Polo (#2 Pool Racing) di Vittorio Musselli e Claudio Mele, quarti assoluti (primi fra i sardi) al recente Rally Terra Sarda organizzato dalla Scuderia di Musselli, la Porto Cervo Racing.
Stagione 2022 iniziata sul podio per Marino Gessa e Salvatore Pusceddu (su Clio S1600 terzi assoluti al Rally Valle della Guardia e vincitori al Rally Valdinievole e Montalbano) che, per la gara organizzata dall’AC Sassari, scelgono la Skoda Fabia (#3 Erreffe Rally Team) con i colori della Sardegna Racing Team presieduta da Gessa.
Tra gli equipaggi a bordo di una Skoda Fabia, Siddi-Maccioni (#4 Porto Cervo Racing), Terzi-Perino (#5 Rally Club Grigis Selvino), Vanni-Murranca (#7 Porto Cervo Racing), Montalbano-Livecchi (#8 RO Racing), Gianluca Leoni con Stefano Pudda (#9 Team Autoservice Sport), Sergio Farris – neo Campione Italiano Rally Auto Storiche 4° Raggruppamento (conquistato con il copilota nonché Fiduciario/Delegato regionale Sardegna ACI Sport Giuseppe Pirisinu) – in coppia con Giovanni Maria Figoni (#11 Team Autoservice Sport) e Francesco Farci coadiuvato alle note da Francesco Fois (#12 Mistral Racing), mentre a bordo della Peugeot 208 R5 saranno al via Stefano Marrone e Francesco Fresu (#6 Team Autoservice Sport).
Tarantino-Fraschia saranno gli unici su una N4 (Mitsubishi Evo IX, Eurospeed), mentre si prospetta interessante la “lotta” in casa Team Autoservice Sport tra le Super 1600 di Scurosu-Aunitu e Brigaglia-Frau, così come saranno da seguire le classi R3 con l’equipaggio Mannu-Frau (Magliona Motorsport) su tutti, Rally4 che vede il gradito ritorno di Giovanni Martinez navigato da Marco Demontis (Rally Sport Evolution), A7 con al via una delle due navigatrici, Chiara Serra (in coppia con Luca Serra), mentre l’altra copilota è Nicoletta Deidda con Aunitu nella N2, classe con otto equipaggi iscritti (al secondo posto tra le classi più numerose dopo la R5).
Quattro gli Under iscritti: Giacomo Bentivogli-Andrea Marco Cecchi (Seat Ibiza), Salvatore Catgiu-Marco Garrucciu (Citroën C2, Mrc Sport), Mario Masala-Paolo Cottu (Renault Clio, Team Autoservice Sport), Diego Gorme-Giovanni Maria Mazzone (Citroën Saxo, Mistral Racing).
1° Rally Storico Golfo dell’Asinara. Otto equipaggi con ben sei portacolori del Team Bassano, tra questi gli Under Pietro Pes di San Vittorio con Francesco Marrone (Opel Kadett Gsi 16V) e Enrico Pes di San Vittorio navigato da Nicola Romano (Peugeot 205 Rally 1.3). La prima edizione del Rally Storico sarà aperta dalla Bmw M3 con il numero 101 sulle fiancate di Fabrizio Colombi coadiuvato alle note da Stefano Achenza e sarà chiusa dalla Fiat Giannini 650 (#108) di Carmelo Cappello e Angelo Tendas.
1ª Regolarità Sport Golfo dell’Asinara. Ford Escort RS 2000, Opel Kadett GTE, Lancia Stratos HF, Autobianchi A112 Abarth e Alfa Romeo 33 QV saranno le protagoniste della prima edizione della Regolarità Sport Golfo dell’Asinara, terza e ultima gara in programma nel weekend organizzata dall’Automobile Club Sassari. Al via, nell’ordine, Catania-Deidda (#201 Ford Escort RS 2000), Rodolfo ed Edoardo Pes di San Vittorio (Opel Kadett GTE), Francone-Cosentino (Lancia Stratos HF), Perugia-Ghetti (#204 Autobianchi A112 Abarth), Volpi-Mei (#205 Autobianchi A112 Abarth) e Ruiu-Canu (Alfa Romeo 33 QV).
Il programma e la logistica. Partenza dalla originaria sede di Castelsardo, arrivo di tappa nella centrale Piazza d’Italia a Sassari, palco finale sui Bastioni di Alghero e otto prove speciali interamente su asfalto in due giorni di sfide (56,740 chilometri cronometrati, 417,920 complessivi). Quartier generale, sede di verifiche e Direzione Gara, sarà la storica sede dell’Automobile Club Sassari (Viale Adua 32).
La gara sventolerà la propria bandiera di partenza alle 13:30 di sabato 29 ottobre da Castelsardo, con gli equipaggi subito impegnati nelle prime due prove speciali di “Osilo” e “San Lorenzo” passando per Valledoria. Attraversando Sennori, le vetture giungeranno quindi al riordino di Sorso, seguito dal Parco Assistenza di Porto Torres. Dopo un ulteriore passaggio al tramonto sulle prove, gli equipaggi termineranno la tappa con l’arrivo a Sassari, previsto per le ore 21:00.
Domenica 30 ottobre sarà la volta delle prove di “Canaglia” e “La Pedraia” da ripetere due volte, intervallate dal Parco Assistenza di Porto Torres e dal riordino di Stintino. Arrivo e cerimonia di premiazione si terranno ad Alghero (Bastioni Cristoforo Colombo) a partire dalle ore 15:00.
L’elenco iscritti completo è disponibile al seguente link: https://rallygolfodellasinara.com/albo-ufficiale-di-gara/?fbclid=IwAR0TbD9urSzvM3ibHuPFrkPAa6_MmTlLs6U0l1j6oQjs0p3QvD-nCtY0SYs
M.T.
Nella foto in alto (archivio Tuttomotori News): Maurizio Diomedi e Giuseppe Pirisinu

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

CIV 2023: comincia tutto da qui

Presentata al Motor Bike Expo la nuova stagione di quell’ampio progetto di crescita del talento che è il CIV, testimoniato anche dalla consegna a Vuono,

error:
Torna su